Skip to content

CMS è l’acronimo per Content Management System (Sistema per le Gestione dei Contenuti) e rappresenta un software installato su un web server in grado di gestire e pubblicare contenuti sul web. I CMS si sono diffusi su larga scala grazie alla loro facilità d’uso ed implementazione che non richiedono importanti conoscenze informatiche.

I CMS si suddividono in Open Source e Proprietari. I CMS Open Source sono sviluppati con un codice aperto e tutti gli interessati possono studiarsi il linguaggio e modificarlo. I CMS proprietari invece sono chiusi e, appunto, di proprietà di chi li sviluppa.

modalità polemica: on

Per mia gran fortuna molti web developer non hanno una chiara visione dell’ecosistema web e sviluppano siti web, o spesso CMS, che non ne vogliono proprio sapere di Google. Non sono poche le web agency che dedicano persone e denaro a sviluppare CMS proprietari in modo da legare i clienti a contratti spesso molto vincolanti.

Fortunatamente, per me, non capiscono che la strada migliore in realtà sarebbe un’altra…

Perchè investire nello sviluppo di sistemi CMS proprietari che non potranno MAI raggiungere i livelli di efficienza di sistemi, magari open source, ben più diffusi?

Per una web agency è a lungo termine il progetto di business con un CMS proprietario, più tempo passa e più siti saranno gestiti dal CMS. Tuttavia è proprio sul lungo periodo che avranno la perdita maggiore. I tempi cambiano alla velocità della luce e mantenere aggiornato internamente un CMS con tutte le novità che ogni mese piovono dal cielo non è affatto ne pratico ne semplice, soprattutto quando chi usa WordPress con un bottone si ritrova tutta la piattaforma perfettamente aggiornata. Non tiro in ballo i vantaggi delle community che lavorano gratis per tutti noi, producendo migliaia di ottimi plugin e temi gratuiti per WordPress.

Il nuovo business è, a mio modesto parere, diventare professionisti del CMS Open Source. Avete la minima idea di quanta gente nel mondo oggi mangi grazie a sistemi come WordPress, Joomla o Drupal? Vi posso assicurare che a livello mondiale girano molti soldi dietro allo sviluppo di temi, plugin e customizzazioni di CMS open source.

SEO e CMS proprietari “molto spesso” fanno a cazzotti

Nella mia (breve) esperienza non mi è mai capitato di trovare un CMS proprietario che sia stato sviluppato secondo le logiche di Google. In altre parole, SEO e CMS proprietari “molto spesso” fanno a cazzotti.

Consideriamo per un istante questo esempio: Google è la terra e i siti web sono gli organismi che la popolano. Un organismo per evolversi deve adattarsi all’ambiente che è in costante cambiamento, è un errore pretendere il contrario.

Ne ho viste di tutti i colori e sebbene questa cosa mi porti ovvi vantaggi perchè poi i clienti si rivolgono ai SEO per migliorare i disastri, mi infastidisce comunque trovare persone che hanno pagato per ottenere uno strumento che poi si rivela del tutto inadeguato allo scopo. Questo accade soprattutto in Italia (si, anche in questo campo l’Italia è l’ultima ruota del carro), io fortunatamente lavoro molto più con l’estero e devo dire che, in Germania ad esempio, la situazione è migliore.

Svantaggi dei CMS proprietari che ho trovato:

  • CMS che impostano di default nel logo del sito del cliente l’Alt Tag con il nome e riferimento alla web agency
  • CMS che utilizzano per tutto il sito una sola pagina index.php/asp alla quale viene aggiunta una infinità di parametri per indicare la pagina nella quale si sta navigando
  • CMS che non permettono l’inserimento delle Alt Tag nelle immagini
  • CMS senza la pagina 404…e senza possibilità di implementarla!
  • CMS che non hanno il campo per il titolo della pagina (tag title) ma che usano come titolo l’H1
  • CMS che ancora non riescono ad usare i fancy URL
  • CMS che usano la formattazione “in-line” ovvero senza fogli di stile CSS esterni…
  • CMS che non implementano il rel canonical, nofollow, noindex
  • CMS con link relativi a Matryoshka che generano infiniti link interni
  • Potrei andare avanti ancora…

Insomma, alcuni sviluppatori PHP, ASP & Co dovrebbero a mio parere sviluppare un pochino di professionalità in più e avere il buon senso almeno di leggersi le linee guida di Google Search Console prima di cimentarsi nello sviluppo di un CMS. Non dico fare un corso SEO negli USA e diventare guru del posizionamento nei motori di ricerca, ma ALMENO leggersi le linee guida!

Alla fine chi ne paga le spese sono i clienti i quali hanno già pagato la web agency per sviluppare il sito, poi pagano i servizi SEO per riparare i disastri, e poi ripagano la web agency per implementare le modifiche strutturali consigliate dai SEO. Pagano 3 volte quello che avrebbero potuto ottenere subito con un servizio degno di una vera Web Agency. Il risultato è che il cliente cambia web agency dopo che si è reso conto del modo in cui lavora.

Morale della favola? Se state cercando una web agency per creare il vostro nuovo sito e questa vi proporrà il loro magnifico, stupendo ed elogiato CMS proprietario…Il consiglio è di:

  1. richiedere nel contratto la compatibilità del CMS con le linee guida di Google Search Console
  2. in caso contrario…mandarli a quel paese! Meglio uno sviluppatore WordPress/Joomla/Drupal freelancer che un CMS proprietario!

modalità polemica: off

Quando ha senso usare un CMS proprietario?

Un CMS proprietario può avere un senso, e professionalmente mi capita di lavorarci abbastanza di frequente.

Nel caso il tuo sito web avesse estremo bisogno di estrema customizzazione e tu avessi a disposizione un budget importante, allora un CMS custom potrebbe essere una soluzione.

  • Estrema customizzazione: se nessun CMS open source riesce a darti quello che vuoi e a cui non puoi fare a meno, allora la scelta di un CMS custom è praticamente obbligata, ma…
  • Budget importante: per pagare le costanti e continue modifiche che un CMS custom richiede, dovrai mettere a budget una spesa non indifferente e soprattutto costante e continuativa. WordPress si aggiorna quasi ogni mese, il tuo CMS dovrà correre in solitaria, stare al passo con i tempi in quanto a sicurezza, usabilità, tecnologie, velocità e così via. Questo ha un costo da tenere in considerazione.

Tu che esperienze hai con i CMS proprietari? Buone o cattive esperienze?

Hai sviluppato un CMS e vorresti migliorarlo per renderlo Google & SEO Friendly? Contattami ora!

Articoli correlati

Autore

Commenti |2

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Valentino 1 commento

    Condivido a pieno quello che dici, sono passato da Zencart, a Magento , provando Prestashop, questi tre solo per gli E-Commerce, mentre per i siti Statici mi piace utilizzare Joomla e WordPress ,quest’ultimo graficamente è più piacevole anche se trovo Joomla più solido,.
    Ti vorrei porre il seguente quesito, in base alla tua esperienza, qual’è “organismo” migliore ?

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Valentino, grazie del commento.
      Dipende cosa intendi per migliore. Migliore potrebbe essere quello più sicuro, oppure quello più veloce, o anche quello più intuitivo da usare per un neofita.

      Non posso negare la mia predilezione per WordPress che tuttavia necessita di un setup leggermente avanzato per tenerlo più al sicuro da attacchi hacker. La sua enorme diffusione infatti attira molti malintenzionati con l’obiettivo di accedere al sito web del malcapitato ed iniettare codice malevolo.

      Tuttavia penso che gli stessi risultati a livello SEO e usabilità li si possano raggiungere anche con altri CMS, anche con pagine HTML scritte a mano. Sono convinto che nella SEO non è lo strumento a fare la differenza.

      Per dirla breve consiglio di usare il CMS con cui ti trovi meglio e più adatto a quello che devi fare. Concorderai che impostare Magento per un catalogo di 10 prodotti avrebbe poco senso ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’esperienza di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1146 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Richiedi un preventivo ora e scopri la differenza tra noi e gli altri.
Richiedi un preventivo

Vuoi ricevere un avviso al mese con le nuove guide pubblicate?

Iscriviti alla newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.