Skip to content

Una delle decisioni più importanti quando si vuole avviare un progetto eCommerce è la scelta del CMS. Qual è il miglior CMS per eCommerce?

Da questa scelta dipenderanno infatti molti aspetti futuri che hanno impatto sui costi aziendali e sulla complessità dei processi di gestione e manutenzione.

Quali sono gli eCommerce più diffusi?

Vediamo quali sono i CMS per eCommerce più diffusi al mondo, e quali si adattano meglio alle diverse necessità che un’azienda Italiana potrebbe avere.

Iniziamo dando uno sguardo ad alcune statistiche di Builtwith, uno strumento che monitora CMS ed applicativi web. In questa pagina puoi trovare statistiche aggiornate sulla diffusione dei CMS per eCommerce.

Diffusione CMS eCommerce
Diffusione CMS eCommerce. Fonte: https://trends.builtwith.com/shop

Alla data in cui scrivo i 6 CMS eCommerce più utilizzati sono:

  • WooCommerce: 22%
  • Shopify: 17%
  • Magento: 13%
  • PrestaShop: 4%
  • BigCommerce: 3%
  • OpenCart: 3%

WooCommerce

WooCommerce è un plugin gratuito che aggiunge funzionalità di e-commerce ad un sito web WordPress. Data la sua semplicità di implementazione e gestione è chiaramente il sistema eCommerce più diffuso e supportato.

WooCommerce fornisce funzionalità di base per un eCommerce. Attraverso estensioni disponibili, alcune gratuite e altre a pagamento, il sistema può arricchirsi di funzionalità più avanzate. Dato che per ogni funzione serve un plugin, è facile farsi prendere la mano e ritrovarsi con siti intasati, sovraccarichi e quindi lenti e poco usabili.

Se hai già un sito WordPress che vuoi adibire alla vendita online senza grandi necessità, questo plugin potrebbe fare al caso tuo.

PRO

  • Semplice da gestire e configurare
  • Economico da mantenere
  • Alta disponibilità di supporto
  • SEO friendly
  • Sistema gratuito
  • Plugin gratuiti

CONTRO

  • CMS eCommerce non nativo
  • Personalizzazioni limitate
  • Poco scalabile
  • Alcuni moduli a pagamento

Shopify

Shopify è una piattaforma SaaS (Software As A Service), che presenta una grande quantità di strumenti a disposizione degli utenti per costruire e gestire uno store online. Tra tutti i sistemi simili, Shopify ha la maggiore diffusione per la sua semplicità d’uso ed accessibilità ad utenti senza competenze in programmazione web.

Se stai cercando di vendere prodotti online ma non hai alcuna esperienza nello sviluppo web o nella programmazione, non preoccuparti. Shopify offre un web builder completo per eCommerce con centinaia di modelli pronti per essere utilizzati.

Tutti i modelli Shopify possono essere personalizzati con immagini, loghi, testo e video per completare il look del tuo marchio. Le personalizzazioni però si limitano a queste cose, il sistema è chiuso e “hosted” (non è in self-hosting), quindi non puoi modificare il codice.

PRO

  • Non richiede hardware di proprietà
  • Adatto ai principianti
  • Semplice da gestire e configurare
  • Supporto incluso

CONTRO

  • A pagamento
  • Personalizzazioni limitate
  • Sistema chiuso
  • Difficile da migrare
  • Alcuni moduli a pagamento

Magento

Magento a mio parere è la Ferrari dei CMS eCommerce. Questa caratteristica può essere un bene oppure un male a seconda della situazione in cui ti ritrovi. Una Ferrari ha bisogno costante di manutenzione e quindi di uno o più meccanici, e non tutti i meccanici sanno mettere le mani in un motore da Formula1. Con questo semplice esempio credo di averti passato il concetto: se vuoi Magento ti servono sviluppatori professionisti e molto competenti. Se non puoi permetterti costi di implementazione e di sviluppo importanti, opta per sistemi più semplici.

Se vuoi il Top e la massima personalizzazione, Magento potrebbe essere quello che cerchi.

In Italia ci sono tante agenzie che operano su Magento 1 e 2, ma che ci sanno fare davvero si contano sulle dita di una mano, una di queste è Hevelop di Padova.

PRO

  • Configurabile sotto ogni aspetto
  • Scalabile
  • Sistema gratuito

CONTRO

  • Sistema complesso
  • Alcuni moduli a pagamento
  • Serve supporto specializzato
  • Richiede hardware importante
  • La SEO richiede molto tuning

Magento 1 o Magento 2?

A giugno 2020 dovrebbe terminare il supporto per Magento 1, quindi cosa conviene fare?

Se hai un sito Magento 1 inizia ad informarti per la migrazione a Magento 2. Preparati, se fatta bene la migrazione è costosa, Magento 2 è più complesso da gestire e richiede più tempo di sviluppo, almeno fino ad oggi.

Prendi tempo, non c’è fretta. Magento 2, sotto diversi punti di vista, è un sistema ancora acerbo, attendere qualche mese va tutto a tuo vantaggio ma non farti cogliere impreparato, molti si stanno già muovendo.

Diffusione Magento 1 vs Magento 2
Diffusione Magento 1 vs Magento 2

Se non hai ancora un eCommerce e la scelta è ricaduta su Magento, allora tanto vale partire con la versione 2, inutile fare un sito che non sarà supportato a breve.

PrestaShop

Prestashop lo definisco come il WordPress dei sistemi eCommerce: semplice, rapido, gestibile, abbastanza scalabile. In quanto a complessità si pone a metà strada tra WooCommerce e Magento, si trovano molti sviluppatori in grado di gestire questo CMS, aspetto che riduce i costi di sviluppo e manutenzione.

Prestashop è probabilmente il sistema più adatto per le piccole e medie imprese italiane.

In questa pagina trovi le agenzie web partner di Prestashop che dovrebbero essere particolarmente esperte.

PRO

  • Sistema gratuito
  • Economico da mantenere
  • Semplice da gestire e configurare
  • Alta disponibilità di supporto
  • SEO friendly

CONTRO

  • Serve supporto specializzato
  • Alcuni moduli a pagamento
  • Poco scalabile

BigCommerce

Bigcommerce è una soluzione e-commerce “ospitata” a pagamento che consente agli imprenditori di creare un negozio online e vendere i propri prodotti. È un prodotto software as a service (Saas), il che significa che non si possiede il software, ma si paga un canone mensile per utilizzarlo.

Bigcommerce viene fornito con una gamma di modelli grafici personalizzabili per aiutarti a progettare il tuo negozio; puoi usarlo per vendere beni fisici o digitali; e ci sono anche alcuni strumenti forniti per aiutarti a pubblicizzare il tuo negozio. Bigcommerce è rivolto principalmente a persone che non hanno competenze nel campo del web design, consente anche a utenti e sviluppatori più esperti di modificare anche l’HTML e i CSS dei loro negozi online, niente di più.

Come con tutti i negozi online ospitati e i servizi di creazione di siti web (Shopify, Volusion, Squarespace, Jimdo, ecc.), Se Bigcommerce dovesse chiudere o cambiare radicalmente le sue funzionalità, potresti trovarti nella posizione in cui dovevi migrare il tuo negozio a un’altra piattaforma (gli ex utenti Magento Go ne sanno qualcosa dato che questo sistema ha chiuso nell’estate del 2014).

Se non sei in grado di sviluppare il tuo negozio online e non puoi permetterti uno sviluppatore, con tutta probabilità finirai per utilizzare una soluzione ospitata come Bigcommerce.

PRO

  • Semplice da gestire e configurare
  • Adatto ai principianti

CONTRO

  • Alcuni moduli a pagamento
  • Sistema chiuso
  • Difficile da migrare
  • Personalizzazioni limitate

OpenCart

Il sistema OpenCart è professionale, si adatta bene e fornisce una serie di funzioni che includono il supporto per oltre 20 diversi metodi di pagamento. OpenCart ha un aspetto molto elegante ed è facile da usare. OpenCart è una soluzione di e-commerce completa che ti consente di avviare il tuo negozio online, aggiungere e gestire i tuoi prodotti, consentire ai tuoi clienti di utilizzare un carrello per acquistarli e quindi elaborare i loro ordini. Fondamentalmente, OpenCart offre tutte le funzionalità standard del negozio online di cui potresti aver bisogno.

OpenCart è open source, ciò significa che tutto ciò che riguarda lo script principale di OpenCart è gratuito e che ti è anche permesso modificare la piattaforma come meglio credi. La parte interessante è che si ottiene anche supporto gratuito a vita e aggiornamenti software gratuiti.

Dal momento che OpenCart è una soluzione che devi installare da solo (o da qualcuno del tuo team), è più adatta per le aziende che hanno una certa esperienza di sviluppo sul web. Detto questo, OpenCart è in realtà abbastanza semplice da imparare e le interfacce sono molto chiare. Lo definirei quasi una soluzione plug and play. Tuttavia, se ti servono customizzazioni particolari oppure nuove funzionalità, quelle le devi pagare. I nuovi moduli arrivano a costare fino a 300 $.

In breve, OpenCart è una buona piattaforma per iniziare, sul livello di Prestashop. Data la sua limitata scalabilità, questo CMS non è la migliore soluzione per eCommerce molto trafficati.

PRO

  • Sistema gratuito
  • Leggero e veloce
  • Plugin gratuiti

CONTRO

  • Alcuni moduli a pagamento
  • Serve supporto specializzato
  • Scalabilità limitata

Quasli aspetti considerare?

Prima di scegliere il CMS per il proprio eCommerce è importante avere chiari alcuni aspetti, inizia ponendoti le seguenti domande:

  • Qual è il tuo budget?
  • Quanti prodotti vuoi vendere?
  • Quanto sono complessi i prodotti da vendere?
  • In quali e quante lingue deve essere il sito?
  • Quali competenze web ha l’azienda?

Qual è il tuo budget?

Il budget che hai a disposizione può incidere sulla scelta del miglior eCommerce. Da una parte ci sono CMS a bassa complessità, largamente diffusi, con grosse community e supporto economico, come WooCommerce, Shopify e Prestashop. Dall’altra parte ci sono sistemi complessi che richiedono competenze tecniche non comuni, come Magento.

Un progetto a basso budget dovrebbe optare per una soluzione low-cost, sarebbe uno spreco caricarsi di costi di sviluppo e manutenzione spropositati per il fatturato effettivo.

Un progetto con budget consistente e che richiede personalizzazioni non disponibili out of the box, potrebbe anche optare per CMS più avanzati dato che potrebbe pagare supporto tecnico specializzato e costante.

È importante valutare i costi continuativi del progetto, come ad esempio la SEO per eCommerce. Per fare un esempio pratico, attività SEO per un sito WooCommerce potrebbero costare (per quanto mi riguarda) da 500€ al mese in su, le implementazioni le farebbe direttamente chi si occupa di SEO dato che il sistema è semplice e basilare.

Attività di ottimizzazione per Prestashop e OpenCart avrebbero costi mensili leggermente superiori, intorno alle 800€/1.000€.

Diverso sarebbe fare SEO su Magento, costerebbe almeno 1.000€/1.500€ a salire, considerando anche il costo (elevato) degli sviluppatori.

Quanti prodotti vuoi vendere?

Che magazzino hai? Quanti prodotti puoi offrire online? La grandezza del catalogo è un fattore che incide sulla scelta del CMS dato che la scalabilità varia tra un sistema e l’altro.

Un eCommerce con qualche centinaio di prodotti richiederebbe una struttura relativamente semplice, sviluppabile rapidamente con Woocommerce, Shopify o BigCommerce.

Un negozio online con migliaia di prodotti a magazzino consiglio di svilupparlo con Prestashop oppure OpenCart.

Se vuoi vendere centinaia di migliaia o milioni di prodotti, avresti bisogno di tutt’altra infrastruttura, scalabile, a cui Magento si adatterebbe meglio.

Quanto sono complessi i prodotti da vendere?

Il tipo di oggetto venduto impatta sulla caratteristiche che deve avere il tuo eCommerce.

I tuoi prodotti hanno varianti? Sono disponibili in diverse taglie e colori? Sono personalizzabili? Sono unici?

I CMS eCommerce hanno funzionalità differenti, WooCommerce non ha le stesse personalizzazioni e possibilità di sviluppo che ha Magento. L’organizzazione dei prodotti, la gestione dei parametri dei filtri di navigazione e le schede prodotto hanno diretto impatto sulla SEO, sono aspetti da considerare prima della scelta del CMS.

Se vendi prodotti standardizzati ti potrebbe bastare un sistema eCommerce basilare come WooCommerce, Shopify o BigCommerce. Con Magento il limite è solo l’immaginazione (e lo sviluppo), in mezzo c’è Prestashop e OpenCart.

In quali e quante lingue deve essere il sito?

I CMS eCommerce come gestiscono le lingue? Fare SEO per eCommerce multi lingua è complesso e costoso?

Partiamo dal concetto di specializzazione: più è specializzato uno strumento e meglio saprà eseguire una specifica azione.

WordPress nasce come piattaforma per blog e siti web, non nasce come sistema per siti web eCommerce. Per rendere questo CMS un eCommerce dobbiamo aggiungere il plugin WooCommerce, se poi lo vogliamo multi lingua serve un altro plugin. Quante dipendenze avrà questo sito? E se poi il proprietario del plugin si stanca di svilupparlo? E se …

Esagerare rende il sistema inutilmente complesso e di conseguenza lento.

Con praticamente tutti i sistemi eCommerce nativi è possibile gestire negozi multi lingua senza dover aggiungere moduli o plugin esterni. La differenza tra un sistema e l’altro risiede principalmente nel metodo di implementazione della lingua a livello di struttura URL.

Con i sistemi “hosted” la configurazione è molto semplice. Con Prestashop risulta abbastanza facile impostare il sito multi lingua in modo 100% SEO friendly. Con Magento è leggermente più complesso, ma il risultato è comunque ottimale.

Quali competenze web ha l’azienda?

Anche quest’ultimo aspetto non è da trascurare. In azienda hai personale specializzato in sviluppo web, oppure devi affidarti ad agenzie esterne per qualsiasi implementazione?

Non che sia male avere fornitori esterni, anzi, in molti casi è la soluzione migliore avere a disposizione professionisti aggiornati a prezzo inferiore rispetto ad averlo come dipendente. In certi casi però l’azienda potrebbe già avere internamente personale specializzato, magari al lavoro su altri progetti.

Aziende con bravi sviluppatori interni con competenze web specifiche, avrebbero probabilmente risparmi ed economie di scala a lungo termine, soprattutto se lavorano su CMS eCommerce avanzati come Magento.

Se hai budget ridotti scegli soluzioni basilari. Un sistema eCommerce semplice oppure “hosted” non richiederebbe personale specializzato per gestire e mantenere il negozio.

Se hai disponibilità economiche scegli i migliori professionisti: interni se li vuoi curare e far crescere (pagandoli a prezzo pieno e con il rischio di perderli), oppure esterni se non ti vuoi occupare di altro personale.

Conclusione

Spero di averti aiutato a capire meglio il mondo dei CMS per eCommerce. Non è facile trovare la soluzione perfetta per le proprie necessità, ma se conosci il tuo prodotto ed hai chiare le aspettative, probabilmente sarai anche in grado di scegliere il sistema eCommerce migliore per te.

Articoli correlati

Autore

Commenti |4

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Diana 1 commento

    Carissimo Giovanni, quindi in pratica mi stai dicendo che se non ho particolari necessità Prestashop va più che bene?

    1. Giovanni Sacheli 752 risposte

      Assolutamente si Diana, non serve un cannone per andare a caccia di farfalle :D

  2. Riccardo 1 commento

    Ottima guida Giovanni, mi hai chiarito non poco le idee.
    Grazie per le informazioni che condividi, le reputo molto preziose e profesisonali.

    1. Giovanni Sacheli 752 risposte

      Grazie a te Riccardo per aver lasciato il commento, a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’expertise di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1121 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Affidati alla nostra esperienza per fare la differenza.
Richiedi un preventivo

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità SEO e Google Ads?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.