Skip to content

Cosa sono i dati strutturati

In informatica, una struttura di dati è un modo particolare di organizzare e archiviare i dati in un computer in modo che sia possibile accedervi e modificarli in modo efficiente. Più precisamente, una struttura di dati è una raccolta di valori di dati, le relazioni tra di essi e le funzioni o operazioni che possono essere applicate ai dati.

Il termine dati strutturati si riferisce a dati che risiedono in un campo fisso all’interno di un file o di un record.

I dati non strutturati sono più o meno tutti i dati senza struttura standard, come pagine web o documenti. Anche se i dati non strutturati possono avere una struttura interna nativa, non sono strutturati in modo predefinito. Non esiste un modello di dati; i dati sono memorizzati nel suo formato nativo.

Structured vs Unstructured data
Structured vs Unstructured data

Quando nella SEO parliamo di dati strutturati ci riferiamo al markup di Schema.org, che si definisce:

Schema.org è un’attività collaborativa e comunitaria con la missione di creare, mantenere e promuovere schemi per dati strutturati su Internet, sulle pagine Web, nei messaggi di posta elettronica e oltre.

Il vocabolario di Schema.org può essere utilizzato con molte codifiche diverse, tra cui RDFa, Microdata e JSON-LD. Questi vocabolari coprono entità, relazioni tra entità e azioni e possono essere facilmente estesi attraverso un modello di estensione ben documentato. Oltre 10 milioni di siti utilizzano Schema.org per contrassegnare le proprie pagine Web e messaggi di posta elettronica. Molte applicazioni di Google, Microsoft, Pinterest, Yandex e altre utilizzano già questi vocabolari per potenziare esperienze ricche ed estensibili.

Fondato da Google, Microsoft, Yahoo e Yandex, i vocabolari di Schema.org sono sviluppati da un processo comunitario aperto, utilizzando la mailing list public-schemaorg@w3.org e tramite GitHub.

Un vocabolario condiviso rende più facile per i webmaster e gli sviluppatori decidere su uno schema e ottenere il massimo beneficio dai loro sforzi. È in questo spirito che i fondatori, insieme alla comunità più ampia, si sono uniti per fornire una raccolta condivisa di schemi.

Perché usarli

Google scansiona URL per aggiornare il suo indice e dopo la scansione di ciascuna pagina cerca di comprendere il contenuto per associare le giuste parole chiave. Possiamo aiutare Google nel suo lavoro fornendo indizi espliciti sul significato di una pagina includendo i dati strutturati.

Come abbiamo visto in introduzione i dati strutturati sono un formato standardizzato per fornire informazioni su una pagina e classificare il contenuto; ad esempio, in una pagina di una ricetta, possiamo indicare con il markup di schema.org quali sono gli ingredienti, il tempo e la temperatura di cottura, le calorie e così via. Così facendo potremo personalizzare lo snippet della pagina in SERP aggiungendo dettagli (e migliorando il CTR in certi casi).

Snippet di una ricetta con Schema.org
Snippet di una ricetta con Schema.org

Google utilizza i dati strutturati che trova sul web per comprendere il contenuto della pagina, nonché per raccogliere informazioni sul web e sul mondo in generale.

Sebbene all’interno di schema.org siano presenti migliaia di schemi differenti, solo alcuni vengono utilizzati da Google, e una parte di questi permette di personalizzare i propri snippet nei risultati di ricerca. In questa pagina puoi trovare la Google Search Gallery, una pagina che spiega quali schemi vengono attualmente usati da Google e quali sono i loro effetti sugli snippet in SERP.

In questo episodio di Ask Google Webmasters, John Mueller discute se sia meglio utilizzare i dati strutturati dal sito di Google Developers o aggiungere più proprietà da Schema.org per migliorare la SEO.

Quale schema utilizzare per tipologia di sito web

In base alla tipologia del sito web che vuoi arricchire con dati strutturati puoi scegliere tra diversi schemi.

Hai un sito ma non sai che schemi implementare? Di seguito indico gli schemi indicati nella Search Gallery di Google che più si adattano alle diverse tipologie di siti web. Non sono regole ferree quelle che seguono, ma un’interpretazione della documentazione ufficiale.

  • Siti di news gratuite
    • Article
    • Breadcrumb
    • Fact check
    • Logo
    • Sitelinks Search box
    • Speakable
  • Siti di news a pagamento o sottoscrizione con paywall
    • Article
    • Breadcrumb
    • Fact check
    • Logo
    • Sitelinks Search box
    • Speakable
    • Subscription and paywalled content
  • Siti di video
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
    • Video
  • Siti di ricette
    • Breadcrumb
    • Carousel
    • Logo
    • Q&A
    • How-to
    • Recipe
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
    • Speakable
  • Siti di libri
    • Book
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
  • Blog
    • Article
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Sitelinks Search box
    • Speakable
  • eCommerce
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Product
    • Q&A
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
  • Siti istituzionali
    • Breadcrumb
    • Organization
    • Local Business
    • Logo
    • Q&A
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
  • Siti di attività commerciali locali
    • Breadcrumb
    • local Business
    • Logo
    • Review snippet
  • Siti di ristoranti
    • Breadcrumb
    • Carousel
    • Logo
  • Siti e directory di app mobile
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
    • Software App
  • Directory con recensioni
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
  • Siti di hotel
    • Breadcrumb
    • Logo
  • Siti di eventi
    • Breadcrumb
    • Event
    • Logo
    • Q&A
    • Sitelinks Search box
  • Siti con podcast
    • Breadcrumb
    • Logo
    • Podcast
  • Siti didattici e corsi
    • Breadcrumb
    • Carousel
    • Course
    • Event
    • Logo
    • Q&A
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
    • Speakable
  • Siti di film
    • Breadcrumb
    • Carousel
    • Logo
    • Movie
    • Review snippet
    • Sitelinks Search box
  • Siti con annunci di lavoro
    • Breadcrumb
    • JobPosting
    • Job training
    • Logo
    • Sitelinks Search box
  • Siti di guide how-to
    • Breadcrumb
    • FAQ
    • How-to
    • Logo
    • Q&A
    • Sitelinks Search box
    • Speakable

Per ulteriori info fai riferimento alla Google Search Gallery linkata sopra.

Non è semplice classificare esattamente tutti i siti web esistenti, ci possono essere esempi misti, siti istituzionali con all’interno un blog, ad esempio. Quindi nulla ti vieta di fare test ed esperimenti incrociando più schemi a tuo piacere sulle differenti pagine del tuo sito, purché siano rilevanti per il contenuto.

A proposito di test. Se ci tieni al sito web in cui stai implementando i dati strutturati, ti consiglio di non superare la sottile linea rossa, meglio attenersi alle linee guida ufficiali.

Conslusioni

Credo che il dato strutturato sia stato promosso da Google & Co. per allenare la sua (loro) intelligenza artificiale a riconoscere le varie tipologie di pagine web. Finché usare il markup di Schema.org può portare vantaggi al proprio sito web consiglio di usarlo, altrimenti potrebbe essere tempo perso. Come al solito bisogna prima testare, e poi decidere.

Per testare i tuoi dati strutturati ricordati di usare il tool ufficiale!

Articoli correlati

Autore

Commenti |2

Lascia un commento Lascia un commento
  1. massimiliano geraci 3 commenti

    ottima raccolta, mi permetto di aggiungere un sito medico, per farla facile non una clinica o ospedale ma la pagina personale di un medico con servizi e blog, e tralasciando gli schema base comuni ad altri tipi di siti:

    Physician (pagina personale)
    MedicalWebPage (qualunque pagina a contenuto medico che potrebbe avere una proprietà about che rimanda a una MedicalCondition)
    MedicalCondition (pagine dedicate a una specifica malattia di cui il medico è specialista)
    MedicalTherapy (che potrebbe essere marcato anche come Service erogato da Person / Physician, o a un LocalBusiness se si decide di marcare così il sito )

    1. Giovanni Sacheli 752 risposte

      Ciao Massimiliano, grazie per il tuo commento.
      Concordo con quanto dici, per la pagina di un medico quegli schemi sono adatti.
      Io non li ho inseriti perché finalità del post era elencare i soli schemi presentati da Google, quelli elencati nella Search Gallery (linkata nel post).
      Come avrai notato, Google menziona solo una piccola parte degli schemi presenti in Schema.org.
      Volendo esplorare nuovi schemi ha sicuramente senso sfruttare tutte le opportunità offerta da Schema.org, e quindi usare anche quelli non segnalati da Google, come ad esempio quelli che hai indicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’expertise di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1121 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Affidati alla nostra esperienza per fare la differenza.
Richiedi un preventivo

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità SEO e Google Ads?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.