Skip to content

I report sulla velocità di caricamento del tuo sito sono poco accurati e hanno pochi dati in Google Analytics? In questa guida ti spiego come risolvere il problema e rendere Analytics un ottimo tool per misurare i tempi di caricamento delle tue pagine.

site speed analytics

La Web Analytics è fondamentale per chi fa ottimizzazioni SEO e Google Analytics è un tool formidabile in grado di analizzare la velocità di caricamento delle pagine di un sito web e di consigliare le giuste modifiche per incrementare le prestazioni. I tempi di caricamento sono recuperati direttamente dai browser degli utenti quindi i dati sono molto accurati ed affidabili.

Come ben sappiamo la velocità di caricamento di un sito web è un parametro importante sia per la SEO che per l’usabilità e l’esperienza utente, non andrebbe mai trascurato! La funzione di Analytics è quindi molto importante, la trovate navigando sotto la sezione “Contenuti” nel menu laterale come mostrato in figura.

Analytics traccia le tempistiche delle pagine di default, non serve attivare funzionalità aggiuntive e nemmeno modificare il codice di tracciamento. Tuttavia non tutte le visite vengono tracciate e monitorate dal sistema per il calcolo della “Site Speed”, Analytics infatti usa un “campione statistico” relativo a circa l’1% delle visite e per siti con pochi utenti potrebbe essere un campione troppo basso statisticamente parlando.

Modificando il codice di tracciamento è possibile spingere Analytics ad usare un campione statistico più rilevante ed esteso, in questo esempio vedremo come richiedere il tracciamento del 100% delle visite.

Il volume dei campioni viene comunque deciso da Google il quale non è obbligato a seguire alla letterà la % indicata nello script!

La stringa di codice da aggiungere al tracciamento di Analytics è:

_gaq.push(['_setSiteSpeedSampleRate', 100]);

Alcuni browsers (come Safari) non tengono traccia della velocità di caricamento quindi consideratelo in casi di filtri specifici, per questo motivo è impossibile ottenere sempre il 100% dei tracciamenti. Anche la località dell’utente influenza molto i risultati quindi per analisi local specifiche ricordatevi di filtrare gli utenti del vostro country.

Questo è il codice di tracciamento che sto usando su un piccolo sito di test, la nuova stringa andrebbe inserita prima del parametro gaq.push([‘_trackPageview’]);

Tracciamento Analytics Classico

<script type="text/javascript">
  var _gaq = _gaq || [];
  var pluginUrl =
   '//www.google-analytics.com/plugins/ga/inpage_linkid.js';
  _gaq.push(['_setSiteSpeedSampleRate', 100]);
  _gaq.push(['_require', 'inpage_linkid', pluginUrl]);
  _gaq.push(['_setAccount', 'UA-xxxxxxx-xx']);
  _gaq.push(['_setDomainName', 'dominio.com']);
  _gaq.push(['_trackPageview']);
  (function() {
    var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true;
    ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js';
    var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s);
  })();
</script>

Tracciamento Universal Analytics

Con il nuovo tracciamento Universal Analytics il codice è il seguente:

<script>
  (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
  (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
  m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
  })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga');

ga('create', 'UA-xxxxxxx-xx', {
    'cookieDomain': 'dominio.com',
    'siteSpeedSampleRate': 100
});  
ga('send', 'pageview');

</script>

Subito dopo aver modificato il codice di tracciamento i “Page Load Sample” sono aumentati drasticamete e le informazioni relative alla velocità di caricamento fornite ora da Analytics sono molto più precise:

page load sample
page load sample

Come potete vedere dalla linea “Page Load Sample” i dati analizzati sono aumentati vertiginosamente:

Aumentare Page Load Sample
Aumentare Page Load Sample


Google consiglia di impostare un sample rate dell’1% se il sito ha più di un milione di visite al giorno, purtroppo questo non è il mio caso :)

Un buon KPI per misurare la velocità del sito potrebbe essere la % di pagine che si caricano in meno di 3 secondi

Tracciamento con Google Tag Manager

Per aumentare il Sample Rate al 100% usando Google Tag Manager fai riferimento a questa guida, nella prima parte dove spiega come creare un tag di Google Analytics. Nella sezione “Field to Set” inserisci il Field Name “siteSpeedSampleRate” e come Value “100”.

Aumentare il Sample Rate con Google Tag Manager
Aumentare il Sample Rate con Google Tag Manager

Articoli correlati

Autore

Commenti |2

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Marco Pici 1 commento

    Miticoooo!

    Erano anni che mi chiedevo a cosa servisse quel report inutile sulla velocità, mostrava dati inconsistenti e troppo variabili. Con questa modifica al codice di Analytics è tutta un’altra cosa, i dati sulla velocità di caricamento iniziano ad avere senso :) Grazie mille!!!

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ahahah grande Marco! Era quello che mi domandavo anche io prima di scoprire SiteSpeedSamplerate

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’esperienza di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1150 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Richiedi un preventivo ora e scopri la differenza tra noi e gli altri.
Richiedi un preventivo

Vuoi ricevere un avviso al mese con le nuove guide pubblicate?

Iscriviti alla newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.