Skip to content

Cosa vuol dire fare affiliazione?

L’affiliazione è un metodo per un’azienda di vendere i propri prodotti sottoscrivendo singoli individui o società (“affiliati”) che commercializzano i prodotti dell’azienda in cambio di una commissione. Il cliente viene trovato dall’affiliato e la vendita del prodotto avviene sul sito dell’azienda.

SEO e affiliazione

Le Istruzioni per i webmaster di Google consigliano di creare siti web con contenuti originali che aggiungano valore agli utenti. Questo è particolarmente importante per i siti che partecipano a programmi di affiliazione.

In genere, i siti Web affiliati presentano descrizioni di prodotti che appaiono su altri siti, solitamente i contenuti non sono originali. Di conseguenza, i siti che presentano principalmente contenuti provenienti da reti di affiliazione possono faticare ad ottenere buoni posizionamenti in Google perché non hanno abbastanza contenuti a valore aggiunto che li differenzia dagli altri siti sul Web. Valore aggiunto significa ulteriori contenuti o funzionalità significative, come informazioni aggiuntive su prezzo, caratteristiche, posizione di acquisto o categoria di prodotto.

Google ritiene che i siti di affiliazione puri o troppo “scarni” non forniscano un valore aggiunto per gli utenti Web, in particolare (ma non solo) se fanno parte di un programma che distribuisce i suoi contenuti attraverso una rete di affiliati. Questi siti spesso riproducono contenuti identici o simili replicati all’interno dello stesso sito o su più domini o lingue. Poiché una pagina di risultati di ricerca può restituire molti di questi siti, tutti con gli stessi contenuti, l’esperienza utente ne risulta compromessa.

Esempi di affiliati di basso valore:

  • Pagine con link di affiliazione di prodotto su cui le descrizioni e le recensioni dei prodotti sono copiate direttamente dal commerciante originale senza alcun contenuto originale o valore aggiunto.
  • Pagine di affiliazione di prodotti in cui la maggior parte del sito è stato creato a scopi di affiliazione e contiene un numero esiguo di contenuti originali o con valore aggiunto per gli utenti.

Non tutti i siti che partecipano a un programma di affiliazione sono affiliati di bassa qualità. I buoni affiliati aggiungono valore, ad esempio offrendo recensioni di prodotti originali, valutazioni, navigazione di prodotti o categorie e confronti di prodotti. Se partecipi a un programma di affiliazione, ci sono alcuni passaggi che puoi seguire per aiutare il tuo sito a distinguersi e differenziarsi:

  • Il contenuto del programma di affiliazione dovrebbe costituire solo una piccola parte del contenuto del tuo sito se il contenuto non aggiunge funzionalità aggiuntive.
  • Chiediti perché un utente vorrebbe visitare il tuo sito prima di visitare direttamente il commerciante originale. Assicurati che il tuo sito aggiunga valore sostanziale al di là della semplice ripubblicazione dei contenuti disponibili dal commerciante originale.
  • Quando selezioni un programma di affiliazione, scegli una categoria di prodotto appropriata per il tuo pubblico di destinazione. Più il programma di affiliazione è mirato ai contenuti del tuo sito, maggiore sarà il valore aggiunto e maggiore sarà la probabilità di classificarsi meglio nei risultati di ricerca di Google e di guadagnare con il programma. Ad esempio, un sito ben tenuto sull’escursionismo nelle Alpi potrebbe prendere in considerazione una partnership di affiliazione con un fornitore che vende libri escursionistici piuttosto che forniture per ufficio.
  • Usa il tuo sito Web per creare una community tra i tuoi utenti. Questo aiuterà a costruire un pubblico fedele e può anche creare una fonte di informazioni sull’argomento di cui stai scrivendo. Ad esempio, i forum di discussione, le recensioni degli utenti e i blog offrono tutti contenuti esclusivi e forniscono valore agli utenti.
  • Mantieni i tuoi contenuti aggiornati e pertinenti. Le nuove informazioni sull’argomento aumentano la probabilità che i tuoi contenuti vengano scansionati da Googlebot e cliccati dagli utenti.

È altamente improbabile che siti di affiliazione puri, costituiti da contenuti presenti in molti altri siti web, funzionino correttamente nei risultati di ricerca di Google. In genere questa tipologia di siti web viene percepita negativamente dai motori di ricerca. Il contenuto unico e pertinente offre valore agli utenti e distingue il tuo sito da altri affiliati, il che rende più probabile ottenere buoni posizionamenti nei risultati di ricerca di Google.

Errori da evitare

Il marketing di affiliazione può essere davvero potente quando i suoi obiettivi e quelli SEO spingono tutti nella stessa direzione. Tuttavia, è facile perdere traffico ignorando la SEO o commettendo errori che danneggiano l’efficacia delle campagne di affiliazione. Per aiutarti a evitare questi errori comuni ho compilato questa lista dei 10 errori SEO che gli affiliati spesso commettono.

Errore 1 – concentrarsi sulle parole chiave anziché sulle soluzioni

Molti siti affiliati inseriscono parole chiave nelle loro pagine di destinazione senza fermarsi a pensare a come i loro prodotti possono portare vantaggi ai loro clienti. L’errore più grande lato SEO che vedo è che molti siti di affiliazione si concentrano sulle parole chiave e non forniscono soluzioni. Le parole chiave sono importanti perché sono ciò che genera il traffico, quindi vanno sempre usate ma come base di partenza. Una volta che si conoscono i termini critici è necessario creare soluzioni che forniscono valore e aiutano a risolvere un problema.

Non limitarti a elencare le caratteristiche del tuo prodotto solo per riempire il testo di parole chiave correlate. Mostra ai tuoi potenziali clienti quanto migliorerà la loro vita dopo aver acquistato il tuo prodotto.

Errore 2 – affiliazione come unico flusso di entrate

Un altro errore comune che gli affiliati fanno è considerare il marketing di affiliazione come un modello di business invece di un canale di entrate.

Non c’è nulla di sbagliato nell’affiliazione ma non considerare questa fonte come il tuo unico canale. Il marketing di affiliazione è un canale di entrate, se è l’unico canale che utilizzi per monetizzare il tuo traffico, sei in una situazione rischiosa. Un qualsiasi problema a quel canale azzera tutte le tue entrate, diversifica i tuoi canali di reddito e non mettere tutte le tue speranze nella sola affiliazione.

Errore 3 – non produrre contenuti originali

Troppi siti di affiliati appaiono come meri elenchi di prodotti senza testi e contenuti originali. Puoi guidare il traffico verso questi siti con annunci PPC, ma cosa succede quando il tuo budget pubblicitario si esaurisce? Il tuo sito morirà.

Un “vero” sito ha un valore reale percepito dagli utenti e contenuti unici per i visitatori. Perché un motore di ricerca dovrebbe premiare il tuo sito se non offre nulla di nuovo rispetto a quanto già indicizzato da Google? In rari casi può succedere che un sito povero ottenga posizionamenti rilevanti, ma sono casi unici e solitamente questi risultati durano molto poco. Devi aggiungere valore per consentire al motore di ricerca di posizionare al meglio il tuo sito.

Trasforma il tuo sito affiliato in un centro di informazioni utili che ti consentiranno di guadagnare backlink organici e di far tornare i clienti a ottenere ulteriori informazioni.

Errore 4 – siti poco ottimizzati ed insicuri

Oggi devi fare molta attenzione alla sicurezza informatica e alla privacy dei clienti, il che significa che uno dei peggiori errori che potresti fare è dimenticare di eliminare temi e plug-in obsoleti e non attivi.

Se sei come la maggior parte delle persone, probabilmente non aggiorni i temi inattivi che rimangono inutilizzati sul tuo sito. Potresti anche non preoccuparti di cancellarli. Sfortunatamente, ciò rappresenta una minaccia significativa per la sicurezza informatica del tuo sito e dei tuoi utenti registrati.

Temi e plug-in che rimangono inattivi sul tuo sito sono facili bersagli per gli hacker. Gli aggiornamenti regolari aiutano a tenere a bada gli hacker; quando dimentichi o non ti preoccupi di aggiornare il software, spesso trovano il modo di sfruttare il vecchio codice e creare una backdoor sul tuo sito nascondendo codice dannoso all’interno. Gli hacker possono anche nascondere il codice dannoso nella directory dei tuoi upload, nel file wp-config.php e la tua directory wp-includes.

Quindi assicurati di sistemare regolarmente il tuo sito web per individuare codice sospetto, aggiornare tutto ciò che utilizzi con le versioni più recenti e rimuovere eventuali temi e plug-in inattivi al più presto.

Assicurati che tutti i temi e i plug-in siano sempre aggiornati e, se non utilizzi determinati temi e plug-in, eliminali.

Errore 5 – meta informazioni duplicate o mancanti

Ecco una semplice raccomandazione che molti siti di affiliati non seguono: assicurati che titoli e meta descrizioni delle tue schede prodotto siano pertinenti ed unici. Questi meta-dati appaiono come snippet nelle SERP e aiutano il tuo sito web a distinguersi dalla concorrenza.

Se non hai le risorse per scrivere descrizioni uniche per ognuno dei tuoi prodotti, ecco un semplice trucco: usa il primo paragrafo di ogni pagina. Potrebbe non essere perfetto o ottimizzato, ma è meglio di niente.

Puoi anche utilizzare plugin popolari come Yoast SEO per creare modelli personalizzati per i tag meta description, il che rende l’intero processo molto più semplice, oppure puoi provare un plugin che genera automaticamente meta descrizioni come SmartCrawl.

Ottimizzare i tuoi prodotti con meta descrizioni uniche aiuterà le pagine di affiliazione ad aumentare traffico dalle SERP e ti distinguerà dai tuoi concorrenti.

Errore 6 – ignorare utenti mobile

La maggior parte dei siti affiliati appare orribile sui dispositivi mobili. Questo aspetto non è da tralasciare perché un sito non mobile friendly perde un’enorme opportunità per fare traffico nelle SERP mobili.

Per quanto riguarda i dispositivi mobili e la SEO, i problemi più importanti sono la velocità del sito, soprattutto a causa di immagini, plug-in non utilizzati e la mancanza di navigazione dalle pagine AMP alle pagine classiche del sito. Se sei un affiliato e competi con grandi marchi, queste grandi aziende spesso hanno una burocrazia che impedisce loro di essere “smart” ed operare rapidamente. Ad esempio, una grande azienda potrebbe essere obbligata ad usare un certo tipo di immagini, oppure possono avere molti script di tracciamento in eccesso che rallentano i loro siti. Creando un’esperienza utente più rapida che dia anche valore, potresti essere in grado di superarli.

Errore 7 – utilizzare hosting di bassa qualità

Non usare Wix o servizi di hosting gratuiti, non è così che si costruisce un vero sito di un’azienda. Questi servizi possono modificare i loro TOS o persino cessare l’attività da un giorno all’altro. Su questi servizi non sei il proprietario del design o dell’architettura del sito e hai meno controllo sugli elementi che aiuteranno il posizionamento. Usa un servizio di hosting professionale, gestisci il tuo sito, i tuoi contenuti e i tuoi dati per sempre.

Gli affiliati devono trattare seriamente le soluzioni di hosting. Ridurre il costo di una soluzione di hosting potrebbe compromettere il controllo sul tuo sito o, peggio, mettere in pericolo i tuoi clienti.

Errore 8 – backlink irrilevanti

I backlink sono il pane dei siti affiliati, ma i backlink irrilevanti possono metterti nei guai con Google. I backlink innaturali potrebbero anche essere considerati schemi di link , che fanno più male che bene.

Il modo migliore per evitare questo problema? Assicurati che le tue pagine di affiliazione aggiungano un valore significativo a tutti coloro che vi si affidano. Cerca di ottenere link di affiliazione ospitati su siti con un minimo di autorità. Puoi utilizzare gli strumenti SEO per giudicare la qualità dei tuoi backlink e identificare quelli che potrebbero svalutare il tuo sito.

Quando contatti siti per ospitare i link di affiliazione assicurati che siano rilevanti per la tua nicchia.

Errore 9 – Rel canonical non definiti

L’uso di URL canonici ti aiuterà a migliorare i segnali di link ed eventualmente il posizionamento dei tuoi contenuti. La tag rel canonical rende la vita più facile ai motori di ricerca dato che per ogni contenuto viene definito uno e un solo URL rappresentativo.

Le migliori pratiche di internal linking da seguire le avevo incluse in questa guida sull’ottimizzazione dei link interni. Organizza il tuo sito in silos ed introduci le categorie nella struttura del tuo sito.

Errore 10 – non correggere gli errori

Non è buona norma ignorare gli errori SEO presenti sul tuo sito e segnalati in Google Search Console. Collegamenti interrotti, errori 404, contenuti duplicati, contenuti di bassa qualità e troppi reindirizzamenti sono tutti problemi che devono essere eliminati.

Utilizza una suite completa di strumenti SEO in grado di controllare la salute del tuo sito, io ad esempio uso Screaming Frog e Website Auditor. Questi tool ti aiutano a trovare ed eliminare gli errori che possono influire sul crawling, come i collegamenti interrotti, e al contempo identificare e risolvere i problemi tecnici che è meglio correggere.

Correggere i problemi SEO richiede molto tempo, ma ne vale la pena. Non solo ripulirai il tuo sito internamente, ma migliorerai anche il crawl budget, renderà la navigazione più facile e veloce per i tuoi clienti.

Fare SEO su siti di affiliazione non è diverso dal farlo per siti eCommerce o qualsiasi altro sito. I motori di ricerca non si preoccupano di quale CMS venga usato, il tuo sito è valutato per ciò che fornisci ai tuoi utenti.

Conclusione

Non sottovalutare l’impatto che la SEO avrà sul marketing di affiliazione nel lungo periodo. Gli annunci PPC sono un ottimo modo per generare lead e attirare l’attenzione sul tuo sito, ma se vuoi potenziare le tue conversioni e far crescere il tuo sito affiliato a lungo termine, allora non c’è nulla di meglio della SEO.

Articoli correlati

Autore

Commenti |6

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Fabio Sermatica 8 commenti

    Ciao e grazie per le pillole. Ho apprezzato molto questa “Errore 1 – concentrarsi sulle parole chiave anziché sulle soluzioni”.

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      È pieno di siti che puntano chiavi, pochi che offrono soluzioni o funzionalità utili.

  2. Andrea Pisciotta 1 commento

    Salve, mi chiamo Andrea Pisciotta e desideravo chiedere un chiarimento sulla frase: “Il contenuto del programma di affiliazione dovrebbe costituire solo una piccola parte del contenuto del tuo sito se il contenuto non aggiunge funzionalità aggiuntive.” Sopratutto la parte che riguarda le funzionalità aggiuntive.
    Sto mettendo su un sito/blog per l’Affiliate e ho tanto da imparare!
    Grazie
    a presto
    and

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Andrea, grazie del commento. Quella frase si riferisce a quei siti di affiliazione che usano in pagina il solo box con i prodotti Amazon, senza aggiungere altro come testo, immagini, funzionalità aggiuntive e così via. Per funzionare bene un sito su Google deve differenziarsi dagli altri, se è una copia di Amazon avrà vita dura.

  3. Ale 1 commento

    Ciao, e complimenti per l’articolo. Non avrei però ben capito cosa intendi con “la mancanza di navigazione dalle pagine AMP alle pagine classiche del sito”?
    E per il mobile devono essere presenti sia la versione AMP e quella classica, o è possibile avere esclusivamente la versione AMP? E infine e meglio avere una versione responsive del sito per il mobile, o va bene anche una versione specifica per il mobile?
    Grazie e Buon lavoro

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Ale, è importante non limitare l’usabilità del sito con la sola versione AMP. Permetti agli utenti di uscire da AMP per vedere il sito “vero”.
      Per mobile sarebbe meglio avere la versione responsive e quella AMP, un sito m. quindi solo per mobile è una soluzione a mio parere obsoleta.
      Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’esperienza di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1150 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Richiedi un preventivo ora e scopri la differenza tra noi e gli altri.
Richiedi un preventivo

Vuoi ricevere un avviso al mese con le nuove guide pubblicate?

Iscriviti alla newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.