Skip to content

Parlando di posizionamento nei motori di ricerca, i siti non correttamente ottimizzati SEO a volte possono generare situazioni di concorrenza interna tra le pagine, ovvero una pagina errata cannibalizza la pagina corretta rubandole il posizionamento in Google desiderato.

Con i blog WordPress, ad esempio, può capitare che la pagina di categoria si posizioni meglio della pagina statica.

Cosa fare quando, per una specifica query, Google mostra la pagina errata del vostro sito?

Quando una pagina ranka in Google meglio della pagina desiderata ci sono alcuni accorgimenti che potrebbero risolvere la situazione.

Assicurati che la pagina che non ranka abbia abbastanza contenuto rilevante

  • la pagina che non ranka deve avere testi e contenuto rilevante per la query di ricerca
  • se la pagina si posiziona dopo una non voluta, aggiungi più contenuto e parole chiave associate alla query in modo da aumentare la rilevanza della pagina

Usa termini ricorrenti e distribuiscili nel testo

  • controlla che la pagina penalizzata utilizzi nel testo i termini correlati, ovvero frasi e termini strettamente legati alla query di ricerca.
  • Per trovare i termini correlati puoi guardare ai piedi della pagina di ricerca di Google:
Termini di ricerca correlati
Termini di ricerca correlati

Evita pagine troppo ottimizzate SEO

  • Controlla che la pagina non sia stata penalizzata da Google perchè troppo ottimizzata:
    • non esagerare con le ripetizioni delle parole chiave
    • analizza i siti dei top competitor e segnati la loro keyword density
    • Sebbene il termine keyword density sia molto mistico ed irreale, serve tuttavia a rendersi conto se si è troppo fuori dalla media rispetto a chi performa meglio nelle pagine dei risultati. Se tutti i competitor hanno una KW density compresa tra 1% e 5%, forse anche Google considera quel range come ideale e alzare il valore a 10% potrebbe soltanto portare penalizzioni e perdite di ranking
    • fai reverse engineering con i siti dei tuoi top competitor!

Controlla il file robots.txt

  • Controlla che le istruzioni indicate nel file robots.txt siano corrette
  • Controlla che l’indicizzazione della pagina in esame, o di pagine strettamente correlate, non sia bloccata
  • Controlla anche la presenza di tag noindex nei meta tag e non soltanto nel file robots.txt
  • verifica che la struttura dei link interni e delle anchor text non possa confondere i motori di ricerca
  • se vuoi che una pagina si posizioni per il termine “scarpe running” devi assicurarti che tutte le anchor text “scarpe running” presenti nel tuo sito puntino alla pagina da rankare e non ad altre
  • i link interni sono molto importanti, più link interni una pagina riceve e più importante sarà agli occhi di Google. Verifica con Google Search Console quanti link interni ottiene la pagina vecchia e quella nuova e correggi di conseguenza!
Ottimizzazione dei Link Interni
Ottimizzazione dei Link Interni

Controlla le regole di redirect

  • se la pagina rilevante per “scarpe running” viene erroneamente redirezionata con un 301 verso un’altra pagina, quest’ultima avrà maggiori probabilità di posizionarsi bene per quella specifica query
  • Controlla attentamente tutte le regole di redirect
  • a volte una nuova pagina, anche se più rilevante per la specifica query, non riesce a prendere il posizionamento in SERP di una pagina più vecchia semplicemente perchè non ha abbastanza link in ingresso da ottenere abbastanza autorità
  • Genera nuovi link di qualità verso la nuova pagina se vuoi che si posizioni meglio della vecchia

Usa la giusta canalizzazione (funnel)

  • se tutti questi accorgimenti non sono stati utili potrebbe servire modificare la pagina vecchia che si posiziona bene
  • aggiungi un link dalla vecchia pagina alla nuova per guidare gli utenti nel funnel corretto

Infografica

come posizionare la pagina corretta in Google

Articoli correlati

Autore

Commenti |5

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Jeans Kalami 1 commento

    Complimenti per questo articolo, ricco di informazioni utili.

    1. Lorella 1 commento

      Concordo, in questo blog ho trovato alcuni articoli davvero informativi e ben fatti, si nota la passione di chi scrive.

      1. Giovanni Sacheli 752 risposte

        Grazie ad entrambi per i commenti positivi :)

  2. Vincenzo 3 commenti

    Ciao io ho un problema simile, ma non ne riesco a venire a capo… Allora il sito come era stato strutturato prima aveva la key di mio interesse in home page (ma la home non era ottimizzata per quella key) l’aveva presa come correlata. Siccome rankava male, ho deciso di togliere qualsiasi riferimento in home page a quella key e ho creato una pagina apposita ottimizzata..Ma non c’e niente da fare dopo una settimana di quella pagina manco l’ombra e continua ad associarmela all’ home page (scendendo poi giustamente…)

    1. Giovanni Sacheli 752 risposte

      Ciao Vincenzo, una sola settimana di tempo è un periodo troppo breve per valutare le modifiche al sito. La SEO ha effetto a medio lungo termine :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’expertise di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1121 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Affidati alla nostra esperienza per fare la differenza.
Richiedi un preventivo

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità SEO e Google Ads?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.