Skip to content

Escludere il traffico da specifici indirizzi IP o intervalli di IP in Matomo è una pratica fondamentale per migliorare la precisione dei dati analitici. Questa guida dettagliata ti mostrerà come configurare Matomo per evitare che il traffico interno, come quello proveniente da casa tua, dal tuo ufficio o da IP fissi dei dipendenti, influenzi le tue statistiche del sito web.

Matomo è una piattaforma di analisi web open-source che offre strumenti per tracciare e analizzare il traffico del sito web, simile a Google Analytics, ma con un forte focus sulla privacy e il controllo dei dati. Consente alle aziende di raccogliere informazioni dettagliate sui visitatori del sito, monitorare il comportamento degli utenti e migliorare le strategie di marketing. Matomo può essere auto-ospitato, garantendo che i dati rimangano sotto il controllo completo dell’utente, ed è altamente personalizzabile per adattarsi a diverse esigenze aziendali.

Ad aprile 2024 ho rimosso GA4 da questo blog e installato Matomo on premise configurato Cookieless Tracking (di fatto non servirebbe nemmeno mostrare il cookie banner). Devo ammettere che nonostante lo scetticismo iniziale ora mi trovo molto bene e non ho intenzione di tornare indietro.

Con esempi pratici e consigli utili, sarai in grado di gestire meglio le tue esclusioni IP, garantendo dati più puliti e rappresentativi.

Passaggi

Accesso a Matomo

  • Accedi a Matomo come Super User per avere i permessi necessari.

Navigazione nelle Impostazioni:

  • Clicca sull’icona dell’ingranaggio ⚙️ situata in alto a destra.
  • Vai su “Siti web” > “Impostazioni” > “Siti web/Measurables” > “Impostazioni”.
  • in inglese: “Websites” > “Settings” > “Websites/Measurables” > “Settings”.

Configurazione degli IP Esclusi

  • Trova l’opzione “Lista globale degli IP esclusi”.
  • Inserisci un indirizzo IP per riga, utilizzando anche notazioni per intervalli come 192.168.1.* o 192.168...

Quando usare un intervallo di IP?

Usare un intervallo di IP è utile quando si desidera escludere un’intera rete o sottorete di dispositivi. Questo è comune in organizzazioni dove molti dispositivi condividono un prefisso di rete comune. Escludere un intervallo piuttosto che singoli IP rende la gestione più efficiente e riduce il rischio di dimenticare dispositivi specifici.

Scenario

Hai un’azienda con più dipendenti che lavorano sia in ufficio che da remoto, ma tutti usano una gamma specifica di indirizzi IP assegnati dal tuo fornitore di servizi Internet aziendale.

Configurazione

Se gli IP della tua azienda vanno da 192.168.10.1 a 192.168.10.255, puoi escludere l’intervallo intero usando 192.168.10.* o 192.168.10.0/24.

Vantaggi

  • Efficienza: Configurazione singola per molti dispositivi.
  • Manutenzione Ridotta: Meno aggiornamenti necessari rispetto all’esclusione di singoli IP.
  • Precisione: Assicura che tutto il traffico aziendale sia escluso senza omissioni.

L’uso di un intervallo di IP è consigliabile per semplificare la gestione e garantire l’esclusione completa di tutti i dispositivi di una rete specifica, migliorando così la precisione dei dati analitici.

Esempi Pratici

  • Singolo IP: 192.168.1.1
  • Intervallo di IP: 192.168.1.* esclude tutti gli IP da 192.168.1.0 a 192.168.1.255.
  • Notazione CIDR: 192.168.1.0/24 esclude un blocco di IP specificato dal prefisso di rete.

Note Aggiuntive

  • Applicazione delle Esclusioni: Le esclusioni si applicano solo alle visite future, non modificando i dati storici.
  • Compatibilità con Anonimizzazione IP: Anche con l’anonimizzazione IP attiva, l’esclusione IP funziona correttamente perché avviene prima dell’anonimizzazione.

Esempio di Implementazione

Scenario: Vuoi escludere l’IP del tuo ufficio (203.0.113.0) e un intervallo di IP per i dispositivi mobili dei dipendenti (203.0.114.*).

Configurazione

  • Aggiungi 203.0.113.0 nella lista.
  • Aggiungi 203.0.114.* per coprire l’intervallo.

Questa configurazione assicura che né il traffico dall’ufficio né dai dispositivi mobili venga tracciato, migliorando l’accuratezza dei dati di analisi.

Per ulteriori informazioni, consulta la guida ufficiale di Matomo.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’esperienza di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1146 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Richiedi un preventivo ora e scopri la differenza tra noi e gli altri.
Richiedi un preventivo

Vuoi ricevere un avviso al mese con le nuove guide pubblicate?

Iscriviti alla newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.