Skip to content

Esistono siti web che ricevono visitatori da tutto il mondo, con contenuti tradotti e destinati ad utenti di uno specifico paese o zona geografica. Google utilizza gli attributi rel=”alternate” hreflang=”x” per visualizzare, nei risultati di ricerca, la pagina del sito destinata alla località e alla lingua dell’utente.

Qualsiasi sito web che propone contenuti in lingue differenti dovrebbe valutare l’implementazione dell’attributo hreflang. Non importa che sia un eCommerce Prestashop o Magento, un sito sviluppato con WordPress, Joomla, Drupal, oppure fatto totalmente a mano, gli attributi alternate hreflang aiutano la SEO – migliorano la visibilità delle pagine in lingue differenti.

Introdotto da Google a Dicembre 2011, l’attributo hreflang permette di comunicare ai motori di ricerca la relazione esistente tra pagine in lingue differenti. L’hreflang è opportuno quando si creano testi specifici destinati ad un target localizzato in nazioni con lingue differenti. L’attributo hreflang indica ai motori di ricerca quale pagina mostrare ad un utente di una specifica nazione e linguaggio.

Perché usare l’attributo hreflang

In passato, prima dell’esistenza dell’attributo hreflang, cercando un brand famoso poteva accadere che Google mostrasse nei risultati di ricerca la homepage in lingua inglese. Questo capitava perché, in genere, la homepage più autorevole, con PageRank più alto è quella in inglese, ed in SERP vinceva la pagina più forte.

Con l’attributo hreflang invece, l’utente di lingua spagnola troverà nei risultati la homepage in spagnolo, con hreflang=”es”, a prescindere dall’autorevolezza. Offrendo risultati localizzati è possibile ridurre il bounce rate, migliorare il conversion rate ed offrire un’esperienza utente migliore.

Con l’attributo hreflang è possibile localizzare il contenuto anche per varianti della stessa lingua. La homepage in spagnolo per la Spagna userà l’attributo hreflang=”es-es”, mentre la homepage in spagnolo per il Messico userà l’attributo hreflang=”es-mx”. Se hai un ecommerce multi lingua saprai già quanto sia importante avere offerte nella valuta locale, informazioni sulla spedizione specifici per il paese del cliente, differenziare offerte per festività ed eventi locali, sono tutte strategie che migliorano l’utilizzo del sito web da un pubblico internazionale.

Un altro problema dei siti multi lingua è che si possono generare contenuti duplicati. Ad esempio la pagina “chi siamo” per UK avrà probabilmente lo stesso contenuto della pagina “chi siamo” per USA. Per evitare di trasmettere a Google contenuti considerati duplicati è necessario implementare l’attributo hreflang.

L’attributo hreflang serve essenzialmente ad ovviare a questi due problemi: mostrare risultati localizzati in SERP e ridurre i contenuti duplicati.

L’hreflang è un segnale oppure una direttiva?

Hreflang è un segnale, non una direttiva. Questo significa che i motori di ricerca non sono obbligati a rispettarla, altri fattori SEO potrebbero annullare l’effetto dell’attributo hreflang e far posizionare nei risultati di ricerca un’altra pagina al posto di quella locale. Per essere sicuro di inviare ai motori di ricerca segnali chiari sulla lingua, segui le linee guida per un sito SEO multilingua.

Quali motori di ricerca interpretano l’attributo hreflang?

Alla data in cui scrivo Google e Yandex considerano l’attributo hreflang, Bing invece usa il meta tag language.

<head>
  <meta http-equiv="content-language" content="en-us" />
</head>

Implementazione e linee guida

Per ottenere i massimi benefici dall’attributo hreflang dovresti seguire questi semplici consigli:

Dove inserire l’attributo hreflang

L’attributo hreflang dovrebbe essere presente in tutte le pagine che hanno copie tradotte in altre lingue. Deve essere inserito in una, e una soltanto, delle seguenti opzioni:

Come si scrive l’attributo hreflang

L’attributo hreflang deve includere una referenza alla pagina in cui è incluso e a tutte le pagine servite in lingue alternative.

<link rel="alternate" href="http://esempio.com/en-ie" hreflang="en-ie" />
<link rel="alternate" href="http://esempio.com/en-ca" hreflang="en-ca" />
<link rel="alternate" href="http://esempio.com/en-au" hreflang="en-au" />
<link rel="alternate" href="http://esempio.com/en" hreflang="en" />
<link rel="alternate" href="http://esempio.com/" hreflang="x-default" />

ISO Language e Codici Regionali

Google supporta il formato ISO 639-1 per le lingue, ma è possibile usare il formato più specifico ISO 3166-1 Alpha 2 per specificare le regioni geografiche in target.

Valori supportati per le lingue

Il valore dell’attributo hreflang identifica la lingua (nel formato ISO 639-1) e, facoltativamente, zona geografica (nel formato ISO 3166-1 Alpha 2) di un URL alternativo. Ad esempio:

  • es: contenuti in spagnolo, indipendentemente dalla regione
  • es-ES: contenuti in spagnolo per utenti della Spagna
  • es-MX: contenuti in spagnolo per gli utenti del Messico

Non specificare soltanto il codice del paese. Google non ricava automaticamente la lingua dal codice del paese. Puoi specificare soltanto il codice della lingua se desideri semplificare la codifica. Aggiungi il codice del paese dopo la lingua per limitare la pagina ad un’area geografica specifica.

Esempio:

  • be: lingua bielorussa, indipendentemente dall’area geografica (non francese belga)
  • nl-be: olandese per il Belgio
  • fr-be: francese per il Belgio

Per le varianti della scrittura di una stessa lingua, la scrittura corretta viene dedotta dal paese. Ad esempio, se specifichi zh-TW per utenti zh-TW, la scrittura della lingua viene ricavata automaticamente (in questo esempio il cinese tradizionale). Puoi anche specificare esplicitamente la scrittura utilizzando ISO 15924, come segue:

  • zh-Hant: cinese (tradizionale)
  • zh-Hans: cinese (semplificato)

In alternativa, puoi anche specificare una combinazione di scrittura e regione, ad esempio utilizza zh-Hans-TW per specificare cinese (semplificato) per gli utenti taiwanesi.

Infine, il valore “x-default” viene utilizzato per indicare i selettori/reindirizzatori della lingua che non sono specifici di una lingua o di una zona geografica, ad esempio la tua homepage che mostra una mappa del mondo su cui è possibile fare clic (language gate).

Targeting generico con x-default

Come avrai visto nell’esempio postato sopra con le righe di alternate hreflang, l’ultima riga comprende l’attributo x-default. Questo attributo dice ai motori di ricerca che la pagina linkata non targettizza nessuna lingua/regione in particolare.

Hreflang ed impatti sulla SEO

Non è detto che implementando l’attributo hreflang aumenti il traffico organico, l’obiettivo di questo attributo è far servire dai motori di ricerca il contenuto corretto all’utente corretto. L’hreflang è un segnale che aiuta i motori di ricerca a posizionare la versione della pagina specifica per la località e la lingua dell’utente che esegue la ricerca.

La differenza tra hreflang e canonicalizzazione delle risorse

La canonicalizzazione delle risorse è uno strumento per indicare ai motori di ricerca la versione predefinita dell’URL di una data pagina, per evitare problemi di duplicazione dei contenuti. L’attributo hreflang invece è uno strumento per indicare quale pagina è più adatta in base a località e lingua dell’utente. Le due tag hanno funzioni e finalità differenti.

Canonical e hreflang insieme?

Google consiglia di non usare il tag rel=”canonical” su pagine che targettizzano paesi o lingue differenti. Il tag rel canonical invece andrebbe usata su pagine che targettizzano la stessa lingua o paese. In pratica però si vede spesso convivere canonical e hreflang insieme, vedi le pagine di booking.com:

<link rel="canonical" href="http://www.booking.com/city/it/rome.it.html" />

<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="en-gb" href="http://www.booking.com/city/it/rome.en-gb.html" title="English (UK)"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="en-us" href="http://www.booking.com/city/it/rome.html" title="English (US)"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="de" href="http://www.booking.com/city/it/rome.de.html" title="Deutsch"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="nl" href="http://www.booking.com/city/it/rome.nl.html" title="Nederlands"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="fr" href="http://www.booking.com/city/it/rome.fr.html" title="Français"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="es" href="http://www.booking.com/city/it/rome.es.html" title="Español"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="es-ar" href="http://www.booking.com/city/it/rome.es-ar.html" title="Español (AR)"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ca" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ca.html" title="Català"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="it" href="http://www.booking.com/city/it/rome.it.html" title="Italiano"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="pt-pt" href="http://www.booking.com/city/it/rome.pt-pt.html" title="Português (PT)"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="pt-br" href="http://www.booking.com/city/it/rome.pt-br.html" title="Português (BR)"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="no" href="http://www.booking.com/city/it/rome.no.html" title="Norsk"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="fi" href="http://www.booking.com/city/it/rome.fi.html" title="Suomi"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="sv" href="http://www.booking.com/city/it/rome.sv.html" title="Svenska"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="da" href="http://www.booking.com/city/it/rome.da.html" title="Dansk"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="cs" href="http://www.booking.com/city/it/rome.cs.html" title="Čeština"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="hu" href="http://www.booking.com/city/it/rome.hu.html" title="Magyar"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ro" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ro.html" title="Română"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ja" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ja.html" title="日本語"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="zh-cn" href="http://www.booking.com/city/it/rome.zh-cn.html" title="简体中文"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="zh-tw" href="http://www.booking.com/city/it/rome.zh-tw.html" title="繁體中文"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="pl" href="http://www.booking.com/city/it/rome.pl.html" title="Polski"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="el" href="http://www.booking.com/city/it/rome.el.html" title="Ελληνικά"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ru" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ru.html" title="Русский"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="tr" href="http://www.booking.com/city/it/rome.tr.html" title="Türkçe"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="bg" href="http://www.booking.com/city/it/rome.bg.html" title="Български"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ar" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ar.html" title="العربية"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ko" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ko.html" title="한국어"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="he" href="http://www.booking.com/city/it/rome.he.html" title="עברית"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="lv" href="http://www.booking.com/city/it/rome.lv.html" title="Latviski"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="uk" href="http://www.booking.com/city/it/rome.uk.html" title="Українська"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="id" href="http://www.booking.com/city/it/rome.id.html" title="Bahasa Indonesia"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="ms" href="http://www.booking.com/city/it/rome.ms.html" title="Bahasa Malaysia"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="th" href="http://www.booking.com/city/it/rome.th.html" title="ภาษาไทย"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="et" href="http://www.booking.com/city/it/rome.et.html" title="Eesti"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="hr" href="http://www.booking.com/city/it/rome.hr.html" title="Hrvatski"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="lt" href="http://www.booking.com/city/it/rome.lt.html" title="Lietuvių"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="sk" href="http://www.booking.com/city/it/rome.sk.html" title="Slovenčina"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="sr" href="http://www.booking.com/city/it/rome.sr.html" title="Srpski"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="sl" href="http://www.booking.com/city/it/rome.sl.html" title="Slovenščina"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="vi" href="http://www.booking.com/city/it/rome.vi.html" title="Tiếng Việt"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="tl" href="http://www.booking.com/city/it/rome.tl.html" title="Filipino"/>
<link rel="alternate" type="text/html" hreflang="is" href="http://www.booking.com/city/it/rome.is.html" title="Íslenska"/>

Come puoi verificare, la riga 1 (canonical tag) punta lo stesso URL della riga 11 (hreflang).

Quando è meglio usare hreflang

Di seguito sono riportati alcuni scenari in cui è consigliabile utilizzare rel=”alternate” hreflang=”x”:

  • Mantieni i contenuti principali in una sola lingua e traduci soltanto il modello, ad esempio la barra di navigazione e il piè di pagina. Si tratta di una soluzione comune per le pagine con contenuti generati dagli utenti come i forum.
  • I tuoi contenuti presentano piccole varianti locali ma le pagine hanno contenuti simili in un’unica lingua. Ad esempio, potresti avere contenuti in inglese destinati ad utenti di Stati Uniti, Gran Bretagna e Irlanda.
  • I contenuti del tuo sito sono completamente tradotti. Ad esempio, per ogni pagina hai le versioni in tedesco e in inglese.

Utilizzo delle annotazioni per la lingua

Immagina di avere una pagina in lingua inglese in hosting all’indirizzo www.esempio.com, e una versione alternativa in spagnolo all’indirizzo es.esempio.com. Puoi dichiarare a Google che l’URL spagnolo è l’equivalente in lingua spagnola della pagina in inglese in uno dei tre metodi spiegati di seguito:

Nella sezione head del codice HTML di http://www.esempio.com/, aggiungi l’elemento hreflang che rimandi alla versione spagnola della pagina web all’indirizzo http://es.esempio.com/.

Hreflang nell’intestazione HTTP

Se pubblichi file in formato diverso da HTML (ad esempio PDF), puoi utilizzare l’intestazione HTTP per indicare una versione o più versioni in lingua diversa di un URL:

# valore hreflang singolo
Link: <http://it.esempio.com/>; rel="alternate"; hreflang="ithrelang "

# valori hreflang multipli
Link: <http://it.esempio.com/>; rel="alternate"; hreflang="it",<http://de.esempio.com/>; rel="alternate"; hreflang="de"

Href nella Sitemap.xml

Piuttosto che utilizzare il markup, puoi inserire le informazioni sulla versione in lingua nella sitemap.xml. Se hai versioni di un URL in più lingue, per la pagina in ogni lingua devi identificare le versioni in tutte le lingue, inclusa quella in questione. Ad esempio, se il tuo sito ha contenuti in francese, inglese e spagnolo, la versione spagnola deve contenere un link rel=”alternate” hreflang=”x” per se stessa oltre a link che rimandino alle versioni in francese e inglese, mentre queste ultime devono includere ognuna gli stessi riferimenti alle versioni in francese, inglese e spagnolo.

Vedi questo esempio:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
  xmlns:xhtml="http://www.w3.org/1999/xhtml">
  <url>
    <loc>http://www.esempio.com/english/</loc>
    <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de"
                 href="http://www.esempio.com/deutsch/"
                 />
    <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de-ch"
                 href="http://www.esempio.com/schweiz-deutsch/"
                 />
    <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="en"
                 href="http://www.esempio.com/english/"
                 />
  </url>
  <url>
    <loc>http://www.esempio.com/deutsch/</loc>
    <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="en"
                 href="http://www.esempio.com/english/"
                 />
     <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de-ch"
                 href="http://www.esempio.com/schweiz-deutsch/"
                 />
     <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de"
                 href="http://www.esempio.com/deutsch/"
                 />
  </url>
  <url>
    <loc>http://www.esempio.com/schweiz-deutsch/</loc>
     <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de"
                 href="http://www.esempio.com/deutsch/"
                 />
     <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="en"
                 href="http://www.esempio.com/english/"
                 />
	 <xhtml:link 
                 rel="alternate"
                 hreflang="de-ch"
                 href="http://www.esempio.com/schweiz-deutsch/"
                 />
  </url>
</urlset>

Puoi specificare URL in più lingue nello stesso dominio oppure utilizzare URL di un dominio diverso. Se hai numerosi URL alternativi indirizzati ad utenti con la stessa lingua ma situati in località diverse, è opportuno specificare un URL generico per gli utenti la cui zona geografica non è specificata. Ad esempio, potresti avere URL specifici per utenti anglofoni in Irlanda (en-ie), Canada (en-ca) e Australia (en-au), ma potresti volere che per tutti gli altri utenti anglofoni venga visualizzata la tua pagina generica in inglese (en) e che per tutti gli altri venga visualizzata la home page. In questo caso devi specificare la pagina generica in lingua inglese (en) per gli utenti che eseguono ricerche nel Regno Unito, ad esempio.

Puoi annotare questo cluster di pagine utilizzando un file Sitemap o tag link HTML, come segue:

<link rel="alternate" href="http://example.com/en-ie" hreflang="en-ie" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en-ca" hreflang="en-ca" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en-au" hreflang="en-au" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en" hreflang="en" />

Per selettori di lingua/Paese o le home page con reindirizzamento automatico, devi aggiungere un’annotazione anche per il valore “x-default” di hreflang:

<link rel="alternate" href="http://example.com/" hreflang="x-default" />

Verifica Hreflang

Per verificare la correttezza dell’attributo hreflang puoi usare la funzione dedicata di Google Search Console.

Verifica hreflang con Google Search Console

In alternativa puoi usare due spider: Screaming Frog e Visual SEO che, da Novembre 2016, ha una funziona specifica per controllare l’hreflang (bravo Federico Sasso!).

Verifica hreflang con Visual SEO

Errori comuni

Assicurati che il valore hreflang specificato sia effettivamente valido, l’URL inserito deve esistere (status code 200). Presta particolare attenzione ai due errori più frequenti:

  • Assenza di link di conferma. Se la pagina A rimanda alla pagina B, la pagina B deve rimandare alla pagina A. Se non è così per tutte le pagine che utilizzano le annotazioni hreflang, tali annotazioni potrebbero essere ignorate o interpretate scorrettamente.
  • Codici lingua sbagliati. Assicurati che in tutti i codici lingua utilizzati siano identificate la lingua (in formato ISO 639-1) e, facoltativamente, l’area geografica (in formato ISO 3166-1 Alpha 2) di un URL alternativo. La specifica soltanto dell’area geografica non è valida.

Spero che questa guida ti abbia aiutato a comprendere meglio le finalità di questa importante tag per la SEO. Se qualcosa non ti fosse ancora chiaro lascia un commento!

Articoli correlati

Autore

Commenti |15

Lascia un commento Lascia un commento
  1. Emanuele Vaccari 1 commento

    Grazie per la citazione Giovanni, e sopratutto grazie per l’articolo: ormai hai metà della cartella “reference” dei miei segnalibri a tuo nome ( e di riflesso dei miei clienti collaboratori )!

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Grazie a te Emanuele per il suggerimento :)

  2. Federico 1 commento

    Ma quindi, il tag va messo solo sull’homepage, o anche su tutte le pagine indicando l’url della lingua di default?
    Grazie

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Federico, il tag hreflang andrebbe inserito in tutte le pagine. A presto!

  3. marco 19 commenti

    Ciao Giovanni , Per un sito multilingua , dove ci sono più nazioni con le stesse lingue ; oltre ad impostare il tag hreflang , dovrei impostare il rel canonical …

    Ad esempio ho questi 2 paesi con la stessa lingua , contenuti identici al 100% :

    miosito com/france/femme/
    miosito com/belgium/femme/

    1)Il rel canonical è uguale per entrambe le pagine :

    su miosito com/france/femme/
    su miosito com/belgium/femme/

    Oppure

    2) Andrebbe messo il canonical verso la Francia , essendo la nazione Principale dove voglio dare maggiore visibilità e la lingua è quella ufficiale , del tipo :

    su entrambe le pagine ?

    Nel caso 1) Google come fa a capire e a indicizzare correttamente ?

    Grazie mille

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Marco, bella domanda.
      Io ti consiglio di mettere il tag rel canonical che punta alla rispettiva pagina di ciascuna nazione (self reference), Francia canonicalizza a Francia e Belgio a Belgio. Sarà poi il tag hreflang a comunicare a Google che non sono pagine duplicate e che dovrà mostrare la sezione Francia agli utenti francesi e viceversa. Se vuoi un esempio studiati booking.com, fanno buon uso di canonical e hreflang ;)

      A presto!

  4. ennio 3 commenti

    In un sito mono lingua in italiano, ScreamingFrog da hreflang -> missing. Mi chideo se è opportuno inserire l’attributo per evitare che ci sia la segnalazione missing.

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Buongiorno Ennio, il tag hreflang come avrà letto nell’articolo serve a comunicare ai motori di ricerca le versioni alternative (in altre lingue) di ciascuna pagina. È un tag dedicato quindi ai siti multi-lingua, non ha senso inserirlo in un sito mono-lingua, per quelli c’è il tag <html lang="it">

  5. Barbara 5 commenti

    Buonasera Giovanni, una domanda sicuramente banale sulla compilazione dei hreflang nella sitemap: nel caso di pagine che non sono tradotte, cioè non hanno un corrispondente nelle altre lingue, si lascia solo l’annotazione standard all’interno della stessa sitemap?

    Grazie

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Barbara grazie per la domanda.
      Considera che Google segue i link nei tag hreflang, non sarebbe bello dargli in pasto URL con status code 404.
      Quindi se la pagina tradotta non esiste non dovresti inserire il link hreflang.
      A presto!

      1. barbara 5 commenti

        Grazie a te, sempre gentilissimo! (e prezioso nei webinar). Più precisamente intendevo se come sintassi in sitemap è corretto mettere i hreflang come da te illustrato e, nella stessa sitemap, per le pagine che non hanno traduzione mettere url pagina (senza ovviamente i link hreflang)…cioè la convivenza delle 2 annotazioni (con e senza hreflang) può creare problemi nella lettura della sitemap da parte del crawler?

        1. Giovanni Sacheli 759 risposte

          Ciao Barbara scusa non avevo capito :) Come nelle pagine HTML, anche in sitemap.xml se non c’è la controparte tradotta NON inserire il tag HREFLANG.
          Alcuni URL avranno la controparte e altri no, nessun problema. L’importante è non dare a Google pagine che non esistono o non sono quello che indichi.

          1. Barbara 5 commenti

            Grazie!

  6. Giuseppe Platania 1 commento

    Buonasera Giovanni,

    grazie per la bellissima guida. Ho una domanda. In un progetto che seguo, ho impostato il tag hreflang correttamente per tutte le pagine, e ciascuna pagina ha il canonical verso sé stessa.

    Google Search Console tuttavia nella maggior parte dei casi mi riconosce un diverso canonical (la versione inglese (/en) della pagina web), di fatto indicizzandomi il sito in inglese per i diversi paesi.

    Cosa c’è di sbagliato nell’impostazione in questo caso?

    Grazie.

    1. Giovanni Sacheli 759 risposte

      Ciao Giuseppe, grazie per il commento. Purtroppo, senza vedere il codice HTML del sito, è impossibile fare diagnosi precise. Se tu potessi indicare l’URL lo controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli aggiornati

Richiedi un preventivo SEO e Google Ads

Porta il tuo sito web al livello successivo con l’esperienza di EVE Milano. La nostra agenzia di Search Marketing ha ricevuto oltre 1144 richieste di preventivo, un segnale chiaro della fiducia che imprenditori e manager, come te, ripongono nella nostra specializzazione tecnica e verticale nella SEO e PPC. Se la tua organizzazione cerca competenze specifiche per emergere nei risultati di Google, noi siamo pronti a fornire quel valore aggiunto. Richiedi un preventivo ora e scopri la differenza tra noi e gli altri.
Richiedi un preventivo

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità SEO e Google Ads?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Informativa sui cookies

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza e misurazione come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.